Bonus ristrutturazioni edilizie 2018: la guida dell’Agenzia delle Entrate

Bonus ristrutturazioni edilizie 2018

L’Agenzia delle Entrate apre il 2018 con grandi novità nella nuova guida ristrutturazioni edilizie 2018 per tutti coloro che hanno intenzione di ristrutturare i propri immobili con il  bonus ristrutturazioni edilizie 2018.

Sono messe a disposizione di tutti gli abitanti, residenti o meno nel territorio dello Stato italiano, delle agevolazioni fiscali che consentono di affrontare in maniera ottimale le spese da dover sostenere per i lavori di ristrutturazione edilizia.

Fino alla fine dell’anno corrente ci sarà la possibilità di ottenere una detrazione dall’Irpef, ovvero l’imposta sul reddito dei singoli cittadini, pari al 50% delle spese effettuate, la cui validità verrà dimostrata tramite apposite fatture, per una spesa massima di 96.000 euro.

La soglia stabilita vale per ogni singola unità immobiliare. Invece sarà detratto dall’Irpef il 36% delle spese sostenute con un limite massimo di 48.000 euro. Tale bonus ristrutturazioni edilizie 2018 è disponibile per coloro che preventivano il pagamento delle somme a partire dal 1° gennaio 2019.

Per quale tipologia di interventi si può usufruire del bonus ristrutturazioni edilizie 2018?

I bonus ristrutturazioni edilizie prorogati dall’Agenzia delle Entrate per l’anno corrente sono rivolti alle singole unità abitative per le quali sono necessari lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, a cui si aggiunge la ristrutturazione edilizia.

L’Agenzia delle Entrate ha stabilito che queste detrazioni fiscali siano applicate in caso di lavori da effettuare su immobili residenziali, appartenenti a qualsiasi tipo di categoria catastale. Tra questi si inseriscono anche gli immobili rurali.

Tale tipologia di agevolazioni fiscali non è ammessa in caso di interventi di manutenzione ordinaria, fatta eccezione per i condomini. È prevista una specifica deroga a questa regola solo se i lavori stabiliti, pur essendo ordinari, coinvolgono interventi di ristrutturazione più vasti.

Per quale motivo l’Agenzia delle Entrate offre detrazioni fiscali con il bonus ristrutturazioni edilizie?

La nota società italiana di controllo e gestione del fisco offre a tutti i cittadini delle agevolazioni, ponendosi in linea con l’interesse di salvaguardia dell’ambiente per promuovere il risparmio energetico.

Non a caso i lavori che possono godere di questo tipo di incentivi riguardano il cablaggio degli edifici al fine di ridurre l’inquinamento acustico, la bonifica dell’immobile dall’amianto, gli interventi finalizzati al risparmio energetico, la ricostruzione di immobili danneggiati da eventi calamitosi.